L’uso di bombe incendiarie costituite da napalm, fosforo bianco e altre sostanze chimiche è stato vietato dall’ONU. Ma gli abitanti di Slavyansk, una città industriale nel sud-est dell’Ucraina, raccontano che nella notte di giovedì scorso hanno visto lanciare dalle forze armate di Kiev delle bombe incendiarie, probabilmente al fosforo bianco.

Di seguito sono riportate alcune dichiarazioni dei residenti di Slavyansk. Questa è la dichiarazione fatta a RT da Roman Litvinov:

Lo abbiamo visto tutti, quel che è successo qui, ieri. Hanno usato lanciarazzi e bombe incendiarie contro di noi. Il suolo era in fiamme. Come può la terra bruciare da sola? È bruciata per circa quaranta minuti“.

Tayana, una signora del posto, ha riferito: “A partire dalle due del mattino, tutti quelli che ho incontrato accusavano mal di gola e tosse per tutto il tempo. Penso che sia dovuto alla combustione. Temo che proveremo le vere conseguenze più avanti. Ci sono ancora un sacco di persone qui, tra cui molti bambini che ancora non siamo riusciti a mandare da qualche altra parte“.
Charles Shoebridge, ex ufficiale dell’esercito, detective di Scotland Yard, nonché funzionario non affiliato per l’intelligence e per l’antiterrorismo ha così dichiarato: “All’apparenza qualcosa di almeno simile, se non proprio lo stesso fosforo bianco, è stata utilizzata nel corso della nottata di giovedì. Ho visto il video e l’ho osservato da vicino… Ci sono tutti i segni e gli indizi sull’uso di fosforo bianco. Ad esempio, i fortissimi bagliori legati agli incendi che calavano dal cielo. È stata certo usata un’arma airburst, lanciata da un mortaio o da un aero con equipaggio“. E aggiunge: “Il fosforo bianco non può essere spento con l’acqua. Nel caso che se ne usino grandi quantità può essere anche un veleno. Grandi quantità sono in grado di contaminare anche l’approvvigionamento idrico“.
Invece, le autorità di Kiev hanno smentito tutte le notizie giornalistiche che denunciavano l’impiego di armi incendiarie contro i civili. Per fortuna sono stati girati video e scattate fotografie che possono testimoniare che, effettivamente, delle armi sono state utilizzate: bisogna solo capire bene quali.

Fonte: controinformazione.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.