Il presidente della Russia Vladimir Putin ha firmato una legge che considererà i possessori di un blog al pari dei direttori di giornale. Non solo: anche gli ISP ( Internet Service Provider ) saranno tenuti a rispettare determinate regole.

Questa legge, chiamata “Legge sui blog”, costringerà i blogger a registrarsi evitando che vi sia la possibilità di anonimato. Inoltre, in questo modo, i blog verranno considerati e trattati come delle vere e proprie testate giornalistiche. Proprio di recente, lo stesso Putin aveva proposto di redigere una lista nera contenente i nomi dei siti più pericolosi. O dovremmo dire più scomodi. I blog con più di 3000 visitatori al giorno verranno automaticamente ritenuti dei giornali online e gli autori saranno responsabili dei loro contenuti. Gli ISP, invece, dovranno rendere disponibile il materiale dei siti archiviato negli ultimi sei mesi in server situati in Russia.

Questa legge è un duro attacco alla libertà di espressione. Penalizza i blog con 3000 visite o più al giorno e quindi quelli che si sono conquistati una certa visibilità. Ciò limiterà la comunicazione di opinioni, pensieri e idee di coloro che desiderano condividere impressioni ed esperienze e scoraggerà tutti quelli che ambiscono a ritagliarsi uno spazio personale nel web. È la dimostrazione che il web, a volte, può essere più influente di quanto si possa immaginare. Putin lo sa ed è per questo che ha deciso di prendere un provvedimento del genere. Chissà i russi come reagiranno, se reagiranno.

Fonte: punto-informatico.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.