Brasile: bloccato mais OGM

La decisione della Commissione Tecnica per la Sicurezza Nazionale per quanto riguarda l’utilizzo del mais OGM Liberty Link, prodotto dalla Bayer, è stata annullata dalla Corte Federale d’Appello brasiliana. Il Giudice Federale  Candido Silva Alfredo Leal Junior, relatore della causa, ha voluto sottolineare la necessità di uno studio approfondito sulle conseguenze negative che possono esserci nel consumo di prodotti geneticamente modificati nei confronti dei diversi ambienti naturali.

Grazie a questo annullamento, il mais OGM prodotto dalla Bayer non potrà essere commercializzato nelle regioni del nord e del nord-est del Brasile, proprio perché mancano gli approfonditi studi tecnici relativi ai rischi che possono correre i vari ambienti naturali e la salute umana una volta entrati a diretto contatto con gli organismi geneticamente modificati. Ciò è molto importante se si considera che tutte le aziende di OGM in Brasile non hanno mai presentato studi che potessero confermare la non pericolosità di questi prodotti per il territorio: quindi, si potranno ridiscutere tutte le autorizzazioni commerciali finora concesse. L’avvocato di Terra de Direitos Fernando Prioste ha dichiarato: “Dopo dieci anni di commercio libero delle colture OGM in Brasile, recentemente il dibattito si è intensificato ed ha preso una forma più complessa, esponendo le deficienze dell’agricoltura basata sugli OGM e sui pesticidi agricoli. Questa decisione dei giudici è un elemento importante che si aggiunge alla lotta del popolo per un modello di agricoltura basato sulla agro-ecologia, che garantisce i diritti degli agricoltori e cibo sano privo di pesticidi per la popolazione“.

La decisione della Corte Federale d’Appello è di grande impatto: ora tutte le aziende di biotecnologie, se vogliono continuare a lavorare in Brasile, dovranno presentare studi validi che dimostrino l’assenza di rischi legata alla produzione di OGM. Agiranno in questo modo o preferiranno levare le tende dal territorio carioca? Qualsiasi opzione sceglieranno, ci troveremo direttamente di fronte ai problemi fondamentali legati agli OGM: fanno male? Sono pericolosi o no? Gli studi sono attendibili? Come si fa a sapere cosa è stato fatto per bene e cosa invece è stato fatto superficialmente? Intanto, vediamo come si evolverà la situazione brasiliana che è davvero significativa nell’ambito degli organismi geneticamente modificati.

Fonte: www.tlaxcala-int.org


Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.