Julian Assange, il fondatore di Wikileaks, ha chiesto alla Casa Bianca che venga nominato un procuratore speciale per indagare sullo spionaggio effettuato dalla NSA (Nationl Security Agency) ai danni dell’organizzazione internazionale basata sulla pubblicazione di informazioni protette in modo anonimo. In particolar modo, ha accusato l’agenzia americana di aver spiato i suoi seguaci e i membri dell’organizzazione. Attraverso un comunicato pubblicato sul sito di Wikileaks, Assange ha dichiarato: “La notizia che la NSA ha pianificato tali operazioni a livello del suo Ufficio Legale è particolarmente preoccupante. Oggi, chiediamo alla Casa Bianca di nominare un procuratore speciale per indagare la portata dell’attività criminale della NSA contro i media, tra cui WikiLeaks, il suo personale, i suoi collaboratori e i suoi sostenitori“.

I documenti a testimonianza di ciò sono stati pubblicati da Edward Snowden: l’agenzia di spionaggio del Regno Unito, il GCHQ (Government Communications Headquarters), ha svolto un ruolo importante per ciò che riguarda il monitoraggio dei visitatori del sito di Wikileaks. Queste nuove rivelazioni hanno provocato una repentina reazione di Assange, il quale ha denigrato sia la NSA sia il GCHQ per aver agito senza prendere in considerazione i limiti imposti dalla legge, ancora una volta: “La NSA e i suoi complici britannici non mostrano alcun rispetto per lo Stato di diritto. Ma c’è un costo per condurre azioni illecite nei confronti di un’organizzazione di comunicazione di massa“. L’avvocato di WikiLeaks, Baltasar Garzon, sta preparando una risposta adeguata alle nuove informazioni e, nel frattempo, l’organizzazione ha promesso che i responsabili saranno assicurati alla giustizia.

Sarà una battaglia legale interessante perché, come è ben noto, lo scandalo Datagate, ovvero la la rivelazione delle operazioni di sorveglianza di massa eseguite dalla NSA, riguarda tutti i cittadini; inoltre, ora che tra le vittime è presente anche l’organizzazione Wikileaks, la questione si fa ancora più scottante. Staremo a vedere come si evolverà la vicenda nei prossimi giorni.

Fonti: http://www.infowars.com/reckless-unlawful-assange-calls-for-probe-into-nsa-manhunt-on-wikileaks/
https://firstlook.org/theintercept/article/2014/02/18/snowden-docs-reveal-covert-surveillance-and-pressure-tactics-aimed-at-wikileaks-and-its-supporters/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.