Il National Reconnaissance Office (NRO) degli Stati Uniti è uno dei 16 uffici federali ed è responsabile della costruzione e del funzionamento dei satelliti-spia ai fini della raccolta dati in tutto il mondo. Lo scorso giovedì sera, l’NRO ha lanciato nello spazio un satellite di sorveglianza. Miliardi di dollari vengono spesi ogni anno dal governo americano per missioni di intelligence con lo scopo di intercettare e tracciare email, telefonate e spostamenti; ma in questo caso l’attenzione è anche rivolta verso il tipo di operazione e il logo utilizzato per contrassegnare la missione.
Un polpo dallo sguardo ostile che avvolge con i suoi tentacoli il pianeta terra è racchiuso all’interno di uno spazio circolare dove, nella parte superiore, è riportato il nome della missione: NROL-39; mentre nella parte inferiore è presente una sorta di slogan che recita: “Nothing is beyond our reach“, ovvero “Niente è oltre la nostra portata“. La popolazione mondiale nella morsa del cefalopode che, a quanto pare, simbolizza proprio il governo americano. Inoltre, il lancio è avvenuto esattamente in corrispondenza del giorno in cui il Washington Post e il The Guardian pubblicarono, 6 mesi fa, il primo documento di sicurezza nazionale che mostrava come la NSA avesse monitorato persone provenienti da tutto il mondo. Chris Soghoian, capo tecnico dell’American Civil Liberties Union, ha twittato la sera del lancio: “Si consiglia di minimizzare la questione diffusa della trappola di spionaggio in questo momento” e “Il logo non aiuta“. Secondo Snowden, l’NRO negli ultimi anni si è concentrato soprattutto in ciò che concerne la modernizzazione dei segnali di intelligence, geospaziali e del sistema di comunicazione.
Osservando il logo emblematico si può ben capire che ci troviamo di fronte a una comunicazione di potere molto efficace. Tra l’altro, non è la prima volta che l’NRO utilizza simboli del genere per determinati tipi di missione. In questo link, che rappresenta anche la fonte di questo articolo, sono raccolte altre immagini adottate dall’ufficio di ricognizione americano: ci sono riferimenti massonici, di supereroi e altri di difficile interpretazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.