Browse Tag

Neurotecnologia

Impianto neurale BrainGate2

Un impianto neurale permette a pazienti con SLA di “scrivere” 6 parole al minuto

Un impianto neurale ha permesso a due persone paralizzate di controllare i cursori di un computer con una velocità e una precisione mai visti fino ad ora. L’esperimento, descritto nel Nature Medicine, è stato effettuato adottando il sistema neurale BrainGate2. I ricercatori affermano che per il momento il dispositivo può essere utilizzato solo per esperimenti. Ma in futuro questa tecnologia potrà rivelarsi molto utile per l’uso domestico da parte dei tetraplegici.
Leggi

Un modello di cervello

Una protesi cerebrale per salvare la memoria a lungo termine

Alcuni scienziati dell’Università del South Carolina e del North Carolina’s Wake Forest Baptist Medical Center hanno sviluppato una protesi cerebrale per aiutare chi soffre di demenza e chi ha subìto danni che causano problemi alla memoria.

Quando i segnali sensoriali arrivano al cervello viene creata una memoria sotto forma di un complesso segnale elettrico che viaggia attraverso diverse regioni dell’ippocampo, dove sono memorizzati i ricordi. Se almeno una di queste regioni presenta dei danni, allora la memoria a lungo termine non potrà formarsi. Ma forse i ricercatori hanno trovato una soluzione a questo problema.
Leggi

Connettere due cervelli

Connettere due cervelli umani: ancora progressi!

I ricercatori della Washington University sono riusciti a connettere due cervelli umani tramite internet. Li hanno fatti interagire attraverso un esperimento basato sul meccanismo domanda-risposta. È la prima volta che si dimostra che due cervelli possono essere collegati in questo modo. Fino ad ora non era possibile consentire a una persona di indovinare con precisione cosa c’è nella mente di un’altra.

Il professore assistente di psicologia e ricercatore presso l’UW’s Institute for Learning & Brain SciencesAndrea Stocco, ha dichiarato: “Questo è l’esperimento cervello-a-cervello più complesso, credo, che sia stato fatto dagli esseri umani fino ad oggi. Utilizza le esperienze coscienti attraverso i segnali che sono percepiti visivamente, e richiede che due persone collaborino.

Connettere due cervelli umani è quindi un passo importante per il progresso tecnico-scientifico.
Leggi

Un occhio dal colore azzurro

DARPA: un dispositivo collegato al cervello per recuperare la vista

La DARPA (Defense Advanced Research Project Agency) sta sviluppando un dispositivo da inserire direttamente nel cervello per trasmettere immagini aggirando il sistema ottico. Ciò significa che il dispositivo permetterà alle persone non vedenti di recuperare la vista. Ma alcuni ricercatori sostengono anche che in questo modo sarà possibile sostituire la tecnologia della realtà virtuale e della realtà aumentata.
Leggi

L'impianto E-Dura

E-Dura: un impianto per curare la paralisi

L’anno scorso alcuni ricercatori dell’Ecole polytechnique federale de Lausanne, in Svizzera, hanno sviluppato un sistema che ha permesso a topi completamente paralizzati di camminare di nuovo. Si tratta di un impianto, chiamato e-Dura (electronic dura mater), che imita la forma e l’elasticità della dura madre, la membrana protettiva del cervello e del midollo spinale. La tecnologia funziona attraverso stimoli elettrici e chimici.
Leggi