Browse Tag

Neurotecnologia

Un cervello attorniato da flussi di energia

Neurotecnologia: 4 diritti umani da riconsiderare

I nuovi progressi nell’ambito della neurotecnologia ci porteranno a rivisitare alcuni diritti umani.

In uno studio dell’Institute for Biomedical Ethics dell’Università di Basilea pubblicato su Life Sciences sono state avanzate 4 proposte sui diritti umani per tutelare la libertà della nostra mente.

Tali leggi riguardano la libertà cognitiva, la privacy mentale, l’integrità mentale e la continuità psicologica. Secondo uno degli autori dello studio, Marcello Ienca, le nuove normative ci consentiranno di rifiutare la neurotecnologia coercitiva e invasiva, di tutelare la riservatezza dei dati raccolti e di proteggerci da danni fisici e psicologici derivanti da usi impropri.

Vediamo nel dettaglio queste proposte.
Leggi tutto

Interfaccia cervello-computer wireless

Sviluppata interfaccia cervello-computer wireless

Gli scienziati della Utrecht University (Olanda) hanno sviluppato la prima interfaccia cervello computer che funziona in modalità wireless. Il sistema, che necessiterà di ulteriori miglioramenti, procurerà diversi vantaggi per i pazienti che non riescono a comunicare verbalmente. Ma non è mancata nemmeno qualche critica.

L’interfaccia cervello-computer wireless è stata testata su una donna di 59 anni che ha preferito non rivelare il suo nome. La donna ha la sclerosi laterale amiotrofica (SLA) e vive con la sindrome del chiavistello: è cosciente, ma non può né parlare né muoversi a causa della paralisi dei muscoli volontari. Non può respirare da sola: ha bisogno di una macchina che pompa aria nei suoi polmoni e di un’assistenza costante.

Il dispositivo wireless potrebbe restituirle un po’ di autonomia e soprattutto la possibilità di comunicare meglio.
Leggi tutto

Impianto elettronico

Piccoli impianti elettronici monitorano l’attività cerebrale per poi sciogliersi

I ricercatori dell’Università dell’Illinois hanno sviluppato una nuova classe di piccoli sensori elettronici che possono monitorare la temperatura e la pressione all’interno del cranio dopo una lesione o un intervento chirurgico al cervello. Finito di svolgere quest’attività, gli impianti si sciolgono evitando interventi per la loro rimozione e il rischio di infezioni ed emorragie.
Leggi tutto

Johnny Matheny

Johnny Matheny e la sua protesi controllabile con la mente

Nel 2008 Johnny Matheny perse il braccio sinistro a causa del cancro. Da quel momento in poi, si è sottoposto a interventi chirurgici sperimentali per prepararsi ad indossare una protesi finanziata dalla DARPA (Defence Advanced Research Project Agency). Protesi che è stata sviluppata dal Johns Hopkins Applied Physics Laboratory. Si chiama Modular Prosthetic Limb. E consente a Johnny di fare dei movimenti che una protesi tradizionale non potrà mai permettere.
Leggi tutto

  • 1
  • 2