Browse Tag

Kevin Kelly

Kevin Kelly

Kevin Kelly: il mito della superintelligenza artificiale in 5 punti

Kevin Kelly, cofondatore di Wired ed esperto di cultura digitale, spesso affronta una domanda ben precisa nelle sue conferenze. È vero che quando le macchine diventeranno più intelligenti di noi rischieremo l’estinzione del genere umano?

Anche esperti del calibro di Elon Musk, Stephen Hawking e Bill Gates temono questa possibilità. Ciò alimenta le preoccupazioni di molte altre persone. Kelly sostiene che sono 5 le ipotesi che supportano un simile scenario, ma che non sono dimostrabili.

  1. L’intelligenza artificiale (IA) sta già diventando più brillante di noi a un ritmo esponenziale.
  2. Creeremo intelligenze artificiali con obiettivi generali, sul modello della nostra intelligenza.
  3. Possiamo costruire l’IA in silicio.
  4. L’intelligenza può essere ampliata senza limiti.
  5. Una volta che avremo la superintelligenza esplosiva, questa risolverà gran parte dei nostri problemi.

Kevin Kelly spiega perché queste 5 ipotesi non sono dimostrabili, almeno per ora.
Leggi tutto

Kevin Kelly e la cognificazione artificiale

Kevin Kelly sulla cognificazione artificiale

Secondo il cofondatore di Wired ed esperto di culture digitali Kevin Kelly, è utile fare una precisazione nell’ambito delle tecnologie intelligenti. Il termine “intelligenza” è corretto quando riferito a dispositivi digitali sofisticati?

Kelly ritiene che sarebbe meglio riferirsi alla “smartness” piuttosto che all'”intelligence” degli strumenti digitali. Ovvero, preferire il concetto di acutezza e prontezza a quello di intelligenza. Ecco perché propone un nuovo termine: cognificare. Un verbo che caratterizza quella che lui definisce la seconda rivoluzione industriale.

Durante la prima rivoluzione industriale abbiamo fornito di “muscoli” alcuni oggetti attraverso l’energia: vapore, benzina, elettricità. Il prossimo passo sarà di cognificare tutto ciò che è elettrico. Ma di preciso cos’è questa cognificazione artificiale? Per comprendere meglio cosa vuole dire, ecco l’intervista di Big Think.
Leggi tutto

Kevin Kelly

Kevin Kelly: umani e macchine insieme per il futuro del lavoro

Apocalisse robotica? No, grazie. Kevin Kelly, cofondatore di Wired e studioso della cultura digitale, ci dice di stare tranquilli. Le macchine non prenderanno il controllo dell’umanità. E se lo afferma uno che con le previsioni ci sa fare, allora dovremmo davvero rilassarci e pensare ai vantaggi della collaborazione uomo-macchina.

Nel suo ultimo libro “The Inevitable: Understanding the 12 Technological Forces that Will Shape Our Future“, Kelly illustra le tendenze del progresso tecnologico che temiamo di più. Possiamo conoscere qualche dettaglio a riguardo grazie a una recente intervista per Slack. Kelly spiega la sua visione sul futuro del lavoro e perché dovremmo mettere da parte le ansie che derivano da questo progresso tecnologico.
Leggi tutto

Kevin Kelly

Kevin Kelly: il futuro sarà accesso, non possesso

Proprietari di nulla, ma con accesso a una miriade di servizi. Così sarà il nostro futuro secondo Kevin Kelly, studioso della cultura digitale, co-fondatore di Wired e della prima Hackers Conference del 1984, e uno dei primi ad aver avuto a che fare direttamente con la realtà virtuale.

Kevin Kelly ha descritto questo stralcio di futuro nel suo ultimo libro: “The Inevitable: Understanding the 12 Technological Forces That Will Shape Our Future“. Qui l’esperto delinea 12 trend tecnologici che stanno già modificando le nostre attività in diversi contesti e che tra 30 anni trasformeranno completamente le nostre vite.

Ho trovato un estratto interessante del libro e l’ho riportato nel blog: è la parte in cui Kevin Kelly descrive un futuro dove il concetto di proprietà è del tutto diverso da quello che abbiamo ora. Fa prima una premessa: ci spiega in generale perché ci sarà questo cambiamento. Poi fa un esempio: delinea quella che sarà il modo di vivere di un lavoratore tra 30 anni mettendosi nei suoi panni.
Leggi tutto

Kevin Kelly sulla super intelligenza artificiale

Kevin Kelly: 4 motivi per non temere la super intelligenza artificiale

Lo studioso ed esperto di cultura digitale Kevin Kelly ha voluto condividere il suo punto di vista su una questione che divide diversi scienziati: il progresso dell’intelligenza artificiale (IA), ad un certo punto, diventerà pericoloso per l’umanità? A differenza di coloro che hanno firmato le lettere aperte sui rischi dell’intelligenza artificiale (qui la prima e qui la seconda), Kevin Kelly sostiene che non dovremo temere l’arrivo di una super intelligenza artificiale. Ce lo ha spiegato attraverso 4 punti che ritiene fondamentali. Vediamoli.
Leggi tutto

  • 1
  • 2