Browse Tag

Controllo Mentale

Chris Hables Gray: i cyborg sono ovunque

Chris Hables Gray: i cyborg sono ovunque

La maggior parte dei film più famosi di fantascienza, come Blade Runner e Terminator, ci hanno sempre restituito un’immagine ben precisa del cyborg. L’unione tra elementi artificiali e un organismo biologico che crea diversi problemi all’umanità. Ma la verità è un’altra, come sostiene anche l’americano esperto del settore Chris Hables Gray: i cyborg sono ovunque. Potremmo considerare cyborg chiunque abbia fatto una vaccinazione o chiunque indossi una protesi. Vediamo meglio cosa ne pensa Chris Hables Gray a riguardo.

Chris Hables Gray

Leggi tutto

L’Unione Sovietica spese un miliardo di dollari per un programma di controllo mentale

Durante la Guerra Fredda, la rincorsa per il traguardo del primo uomo sulla luna non era la battaglia più importante che stavano affrontando gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica. Secondo un nuovo rapporto, frutto di una ricerca non convenzionale, l’Unione Sovietica spese un miliardo di dollari per lo sviluppo di armi per il controllo mentale per competere con i programmi analoghi che gli americani stavano contemporaneamente progettando. Il documento, firmato da Serge Kernbach ed elaborato presso il Centro di Ricerca di Robotica Avanzata e Scienze Ambientali sito in Stoccarda (Germania), si basa su riviste tecnologiche russe e documenti recentemente declassificati che descrivono le pratiche risalenti al periodo compreso tra il 1917 e il 2003. Gli esperimenti spiegati nel documento sono chiamati “psychotronics“.
Il documento mostra come i sovietici svilupparono il cerpan, un dispositivo in grado di generare e registrare onde elettromagnetiche da poter sfruttare per poi agire su altri oggetti. Infatti si può leggere: “Se il generatore è stato progettato correttamente, è in grado di accumulare bioenergia da tutte le cose viventi – animali, piante, esseri umani – e poi rilasciarlo al di fuori“. Il programma psychotronics, nello specifico, coinvolge la ricerca non convenzionale per il controllo mentale ed è stato finanziato dal governo. Ci sono delle analogie con quello che negli USA è chiamato programma MKUltra: proposto dalla CIA, ha funzionato per circa 20 anni ed è stato ampiamente documentato grazie a delle indagini iniziate nel 1970. In sintesi, gli scienziati coinvolti nel programma MKUltra ricercavano un modo per manipolare le menti delle persone modificando le loro funzioni cerebrali attraverso le onde elettromagnetiche. L’unica pecca del documento di Kernbach è quella riguardante i risultati di tali esperimenti: nessun cenno in riferimento alle conseguenze di tali operazioni.
Ancora una volta ci troviamo di fronte a una verità incompleta che necessiterebbe di ulteriori approfondimenti. Che siano state progettate armi e macchine del genere o che siano stati solamente pensati strumenti simili, ormai sembra del tutto accertato. Chissà se riusciremo mai a saperne di più; ma visto gli ultimi tempi, faranno di tutto per continuare a nascondere le loro macchie, recenti o passate che siano.