Browse Author

Danilo Bologna

Ben Goertzel tra i 2 androidi Han e Sophia sul palco della conferenza RISE

RISE 2017: il dibattito tra 2 androidi

Quest’anno alla conferenza RISE ad Hong Kong, dove esperti discutono di tecnologia, c’è stato un dibattito davvero particolare. Due androidi sviluppati dalla Hanson Robotics hanno partecipato a una discussione moderata da Ben Goertzel, esperto in intelligenza artificiale (IA) e inventore delle 2 macchine.

I 2 androidi, Han e Sophia, hanno parlato del loro amore per la fantascienza e della loro perplessità sui reality show. Ma la parte più interessante è stata quella dove hanno parlato di alcuni aspetti del futuro dell’umanità. E alcune loro affermazioni sono state davvero singolari.
Leggi tutto

Rodney Brooks

Rodney Brooks critica l’idea di Elon Musk sull’IA

TechCrunch ha intervistato Rodney Brooks, esperto roboticista, direttore del Computer Science and Artificial Intelligence Lab e cofondatore di iRobot e Rethink Robotics.

Rodney Brooks ha parlato di intelligenza artificiale (IA) e del perché le preoccupazioni sul futuro di questa tecnologia, come quelle espresse dall’imprenditore e CEO di Tesla Elon Musk, sono sbagliate.

Vediamo quali sono le sue motivazioni.
Leggi tutto

Ray Kurzweil

Kurzweil: il cervello è un modello per l’algoritmo maestro

Il noto inventore e futurista Ray Kurzweil sostiene che il modello per lo sviluppo dell’algoritmo maestro è nascosto nel nostro cervello. L’algoritmo maestro, o algoritmo superiore che dir si voglia, sarà quell’algoritmo in grado di praticare l’apprendimento generale del mondo che lo circonda.

Secondo Kurzweil, il cervello consiste in una serie di moduli ripetitivi che si organizzano autonomamente in gerarchie. Tali gerarche trasformano modelli semplici in concetti complessi. Non sappiamo ancora come funziona questo processo, ma Kurzweil crede che continuando a studiare il nostro cervello riusciremo a retroingegnerizzare le sue attività.

Così riusciremo a sviluppare l’algoritmo maestro, un’intelligenza artificiale generale.
Leggi tutto

Bryan Johnson, fondatore e CEO di Kernel

Kernel e il potenziamento del cervello umano

Le interfacce e i chip impiantabili per potenziare il cervello umano sono diventati obiettivi reali. Kernel è una di quelle aziende che sta cercando un modo per costruire chip impiantabili nel cervello delle persone con malattie o disfunzioni neurologiche.

Ma il ripristino di abilità perdute è solo il punto di partenza di Kernel. Il suo fondatore e CEO, Bryan Johnson, spera in un mondo in cui persone sane potranno potenziare le funzioni del cervello in modo naturale. In un’intervista di Wired, condotta da Steven Levy, ha spiegato il progetto di Kernel e la sua visione per il futuro.

Vediamo quali sono le sue idee.
Leggi tutto

Il robot iCub afferra un oggetto

Unica legge della robotica: gli umani devono prosperare

Lo scrittore di fantascienza Isaac Asimov propose 3 leggi della robotica affinché le macchine non potessero danneggiare gli esseri umani. Attraverso i racconti, queste leggi si evolvono per cercare di afferrare al meglio la complessità umana. Ad un certo punto, viene addirittura introdotta un’altra legge, la legge 0, che tenta di abbracciare anche il concetto di umanità.

Le leggi, comunque, non riescono a circoscrivere del tutto le azioni dei robot nelle storie. Tuttavia, quando si parla di futuro della robotica e dell’intelligenza artificiale (IA) è facile trovare riferimenti alle leggi di Asimov. Non perché oggi siano applicabili, ma perché potrebbero farci da guida nello sviluppo sicuro di macchine e sistemi di IA.

Di recente, la Royal Society e la British Academy hanno pubblicato un documento dove forniscono un suggerimento. Anziché 3 leggi della robotica, bisognerebbe puntare su un’unica legge: gli umani devono prosperare.
Leggi tutto