Un drone dotato di videocamera

5 applicazioni industriali attuali dei droni

Fino a poco tempo fa, l’uso dei droni era poco diffuso a causa degli alti costi e delle limitazioni tecniche. Ora i droni iniziano ad essere usati in svariati settori, soprattutto negli Stati Uniti. Questo perché l’anno scorso la FAA (Federal Aviation Administration) ha stabilito delle regole e i prezzi sono diventati più accessibili.

Oggi possiamo vedere i droni all’opera in diverse aree industriali. Ma prima di esplorare alcune di queste applicazioni, vediamo quale potrebbe essere il futuro del mercato dei droni.

 

Una crescita rapida

Negli ultimi anni il mercato dei droni è cresciuto rapidamente e pare sia destinato a crescere ulteriormente.

Gartner stima che quest’anno verranno venduti oltre 170.000 droni commerciali: un aumento del 58% rispetto al 2016.

Goldman Sachs, invece, prevede che tra il 2016 e il 2020 le imprese e il governo spenderanno 13 miliardi di dollari per i droni.

Ma la crescita più significativa, forse, la riscontreremo nel settore commerciale e civile. PwC prevede che, a livello mondiale, i droni hanno il potenziale per sostituire 127 miliardi di dollari dei servizi aziendali attuali e dei costi di manodopera in diverse industrie.

I droni commerciali stanno avendo un grande impatto nelle applicazioni che sfruttano la loro capacità di raccogliere in modo rapido ed economico informazioni visive. Sono 5 i settori che accolgono meglio queste opportunità: agricoltura, edilizia, costruzione dell’infrastrutture e gestione dei magazzini.

 

1. Agricoltura

Gli agricoltori possono trarre diversi vantaggi usando i droni. Raccolta di informazioni in tempo reale, monitoraggio e analisi della salute dell’acqua, dei campi e della temperatura. La sorveglianza aerea che prima poteva essere fatta solo occasionalmente a causa dei costi elevati, ora può avvenire settimanalmente per poche centinaia di dollari.

Diverse startup e aziende agrcole stanno investendo nei droni per l’agricoltura e nei loro software per le analisi. Ad esempio, John Deere ha collaborato con Sentera per fornire ai propri consumatori l’accesso al software AgVault™ e ai droni per l’esplorazione. In una sola stagione, l’apparecchiatura di Sentra ha effettuato 8.000 voli raccogliendo 175 terabyte di dati. I droni permettono agli agricoltori di raccogliere così tanti dati che la loro gestione ha creato un’importante opportunità di business.

L’agricoltura continua ad essere un settore fruttuoso per l’uso di droni. E a quanto pare continuerà ad esserlo anche nei prossimi anni.

 

2. Sviluppo e manutenzione delle infrastrutture

L’ispezione delle infrastrutture può essere più economica, veloce e sicura grazie ai droni. Ad esempio, la New York Power Authority di recente ha testato dei droni per ispezionare una barriera di ghiaccio nel lago Erie. Un’operazione del genere di solito costa 3.500 dollari adottando un elicottero, oppure 3.300 dollari adottando una barca. Ma con un drone l’operazione può costare anche meno di 300 dollari.

AT&T, invece, sta usando i droni per ispezionare i ripetitori. Ciò non solo consente dei grossi risparmi, ma evita anche di mettere a rischio la vita delle persone.

Altre aziende del settore energetico, come Southern Company e Duke Energy, adottano droni per controllare linee e centrali elettriche. E così sempre più aziende e startup cercano di sfruttare questa tecnologia per ispezionare ponti, dighe, turbine eoliche, pannelli solari, torri di comunicazione e altri tipi di infrastrutture.

 

3. Droni come infrastruttura

I droni vengono usati non solo per ispezionare le infrastrutture, ma anche per sostituirle. Uno degli esempi più esaustivi è Flying COW (Cell on Wings) di AT&T. Il drone funge da ripetitore di ricambio che può essere impiegato in zone disastrate o durante grandi manifestazioni per distribuire meglio i segnali e diminuire il carico delle torri statiche.

Facebook, invece, ha intenzione di adottare i droni come sostituzione permanente delle infrastrutture. Il progetto su cui sta lavorando si chiama Aquila. Si tratta di un enorme drone alimentato a energia solare che dovrà essere in grado di volare per mesi e fornire accesso a internet nelle aree più povere del mondo.

 

4. Edilizia

L’ispezione aerea in tempo reale permette di esaminare luoghi pericolosi e di individuare errori nella fase di costruzione. Secondo PwC, il numero di incidenti in un cantiere sorvegliato da droni è diminuito del 91%.

Una soluzione interessante in questo settore è stata progettata da Autodesk. L’azienda leader nel fornire software per l’architettura e l’edilizia adotta dei droni collegati al cloud. In questo modo i dati raccolti dai velivoli vengono trasmessi direttamente al software di Autodesk per l’analisi.

Invece Caterpillar, azienda produttrice di attrezzi per l’edilizia, ha investito nella startup Airware. In questo caso i droni vengono usati per controllare tetti, cantieri, discariche e operazioni in miniera.

 

5. Gestione di magazzini e inventari

I droni possono essere usati anche per scansionare migliaia di prodotti di un magazzino. Wal-Mart, ad esempio, sta testando dei droni per controllare e contrassegnare i prodotti mancanti nei suoi magazzini. Secondo l’azienda, i droni possono effettuare un controllo completo delle scorte in un giorno. Quest’attività, svolta dalle persone, di solito richiede un mese.

Così diversi sviluppatori di droni ne approfittano per trovare le giuste soluzioni e offrirle sul mercato. Tra questi vi è Eyesee che ha un drone adatto proprio per queste operazioni di magazzino.

 

I droni commerciali sono la chiave

Spesso sentiamo parlare di grandi progetti come quelli di Facebook e Amazon. Droni che distribuiranno connettività in giro per il mondo e che effettueranno consegne a domicilio. Ma questi, al momento, sono nella loro fase iniziale e il loro sviluppo richiederà un bel po’ di tempo.

Oggi sono i droni commerciali ad avere un grande impatto sul mercato. Le aziende hanno sempre più bisogno di ottenere dati e informazioni visuali e di accedere a luoghi pericolosi. Ecco perché stiamo assistendo a una costante evoluzione dell’applicazione di droni. E gli ambiti sono i più disparati: agricoltura, selvicoltura, monitoraggio, costruzione, intrattenimento, eccetera.

In particolare, i droni possono effettuare controlli più velocemente e in modo più economico e sicuro. Inoltre, grazie alla raccolta di grandi quantità di dati, nascono anche nuove forme di analisi. Di conseguenza nascono anche nuove attività lavorative e nuovi approcci per la risoluzione di problemi.

I droni stanno trasformando il lavoro e allo stesso tempo offrendo nuovi vantaggi. Ne è convinto anche Chris Anderson, giornalista e imprenditore americano che è stato direttore di Wired dal 2001 al 2012. Il loro impatto sarà sempre più significativo a tal punto che secondo Astro Teller, scienziato ed esperto di tecnologie, i droni segneranno la fine della proprietà.

Cosa succederà allora nei prossimi anni?

Per non perderti le novità sulle tecnologie digitali dirompenti, iscriviti alla newsletter.

Controcorrente Newsletter

Fonte: Tech Emergence


Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.