Progetto BRAIN: una mappatura del cervello

Siete a conoscenza del progetto Brain Research through Advancing Innovative Neurotechnologies (BRAIN), comunicato dal presidente Obama lo scorso Febbraio? Si tratta di un progetto molto ambizioso, ma non per questo inattuabile: effettuare una mappatura del cervello analizzando l’attività di svariati milioni di neuroni.

Una tecnologia come questa, secondo la genetista molecolare Miyoung Chun, permetterà di comprendere al meglio le modalità di ragionamento, apprendimento, memorizzazione e molto altro del cervello umano. Insomma, analizzando nel complesso tutti questi aspetti, si potrebbe ricavare una teoria generale del cervello.

Fin qui la cosa sembra molto interessante, ma per quanto riguarda l’aspetto dei vantaggi per la salute ci sono delle incertezze. Infatti, su questo punto, Miyoung Chun non si sbilancia molto e preferisce generalizzare: “Una rete interdisciplinare di scienziati e ingegneri lavorerà per produrre nuove e potenti protesi, trattamenti per violenti disordini cerebrali, strategie educative più efficaci e tecnologie intelligenti per imitare le straordinarie abilità del cervello.”

L’unica certezza, per ora, è la grandissima quantità di fondi che questa ricerca richiede, i quali dovrebbero aggirarsi intorno ai miliardi di dollari; sarà inoltre indispensabile la cooperazione tra le varie agenzie governative e le università.

In sostanza, si tratterebbe di un progetto davvero singolare. Spero si potranno ottenere risultati utili e importanti, che potranno essere condivisi per il bene dell’umanità e non per un suo sfruttamento. Col cervello non si scherza.


Fonte e approfondimento: technologyreview.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.